sito web ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ''M. GRANATA''<br />Scuola dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado a Indirizzo Musicale - via M. Catenacci Rubino, 15 - 85028 Rionero in Vulture - tel. e fax 0972.720307 - www.icgranata.edu.it - pzic894002@istruzione.it
  in connessione: 31
  totale visitatori: 2650548
raccordo
mercoledi  
8 aprile 2020  
raccordo
 
 HOME
 
 
 COVID-19

icona

COVID-19
 
 
 INVALSI
 
 
 Biblioteca online
 
 
 AGENDA DIGITALE SCUOLE BASILICATA
 
 
 INFO GENERALI
Annuario I.C. Granata
Il Dirigente Scolastico
Il Consiglio d'Istituto
Contatti e recapiti
Organigramma
Funzionigramma
Dicono di NOI
Giornale d'istituto
VideoGiornale
Link Utili
 
 
 DOCUMENTI SIGNIFICATIVI
PTOF RAV PdM
Sintesi del PTOF
Regolamento d'istituto
Sintesi Funzioni Strumentali
 
 
 AREA DIRIGENTE
 
 
 AREA DOCENTI
 
 
 AREA ATA
 
 
 AREA ALUNNI
 
 
 AREA GENITORI
 
 
 INDICAZIONI NAZIONALI

icona

INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICULO
Scuole in rete
 
 
 SEGRETERIA
I libri di testo
Modulistica per docenti e ATA
Modulistica per i genitori
 
 
 OPERAZIONE TRASPARENZA
Farmaci a scuola
Servizio mensa
Certificati-Nuove Procedure
Privacy
Sicurezza
 
 
 Internalizzazione
Clil junior
Intercultura
eTwinning
Trinity
Eipass
 
 
 DIDATTICA
Cooperative learning
Motivare ad apprendere
 
 
 SI ... viaggia ...RE

icona

Concorso Nazionale
Inno I.C. "M.Granata "
Pagina Facebook
 
 

Il giornale d'istituto...



sommario





Le scale mobili di Potenza: vista interna



pubblicato da
GRIECO Maria Claudia
(A001 - Arte e immagine nella scuola seco) 
30/03/2020 18:25:31

Le scale mobili di Potenza

Potenza è il capoluogo di regione della Basilicata e vanta uno dei primati più incredibili d’ Europa: ha le scale mobili più lunghe di Europa ed è anche chiamata la città delle cento scale. L’esigenza di costruire scale elettriche è dovuta alla posizione della cittadina che sorge a 819 metri sul livello del mare ed è costruita in altezza. Le scale mobili sono indispensabili per collegare i rioni a valle con il centro della città, arrivando a piazza Mario Pagano, il salotto del capoluogo lucano, messo a nuovo da un progetto di restyling di Gae Aulenti (pseudonimo di Gaetana).
Le chiamano Heaven’s Stairs, le “scale del paradiso” grazie alla loro forma che sembra salire verso il cielo. Il progetto delle scale mobili di Potenza in fase di inaugurazione era stato annunciato con grande enfasi perché sarebbero state rivali, per lunghezza, solo a quelle di Tokyo; un grande vanto che avrebbe portato lusso e benefici a tutta la cittadina e incrementato anche il turismo che è focalizzato sulla vicina Matera, capitale della cultura 2019.
Le scale mobili potentine prevedono tre impianti per un totale di 1,3 chilometri di lunghezza con una capacità di trasporto di 18 mila persone ogni ora (dati che sono solo di poco inferiori a quelli di Tokyo, primo al mondo con 1,5 chilometri).
Appena inaugurate, le scale mobili sono state davvero amatissime dalla popolazione locale. Quello che era un primato però, dopo anni di luce, sta vivendo un lungo periodo di ombre e non dovrebbe essere così perché ha rappresentato un sistema di trasporto 1° in Europa e 2° al mondo. Anche se manca il collaudo per i disabili, le scale mobili costituiscono una forma di mobilità importante e sostenibile composta da quattro ascensori, cruciale ancora di più per una cittadina composta in verticale.

Marzo 2020
Giulia Fasanella
2°A
Docente: Grieco Maria Claudia







Masaccio - Trinità



pubblicato da
GRIECO Maria Claudia
(A001 - Arte e immagine nella scuola seco) 
21/03/2020 18:41:06

“MASACCIO - IL RIVOLUZIONARIO DEL RINASCIMENTO”

Masaccio, il cui vero nome era Tommaso di Ser Giovanni di Mone Cassia, è stato l’artista che ha segnato il passaggio dall’epoca “Medioevale” a quella “Rinascimentale”.
Con lui, la grande pittura italiana iniziò a confrontarsi con la prospettiva, creando, nel giro di pochi anni, le fondamenta di quella grande rivoluzione stilistica che noi oggi definiamo “Arte rinascimentale”.
Non sono molte le notizie biografiche, da noi conosciute, sull’artista. Egli nacque a San Giovanni Valdarno, vicino Firenze dove, in età giovanile, si trasferì. Qui instaurò un rapporto di amicizia con Donatello e Brunelleschi, gli artisti fiorentini più innovativi di quel tempo.
Grazie a loro, Masaccio riuscì in pochi anni a delineare, già in forma compiuta, le linee essenziali che avrebbero dato vita alla geometria ed al naturalismo, ponendo fine all’arte decorativa ed artificiosa tipica del Gotico internazionale.
L’artista raggiunse la sua massima maturità realizzando tra il MCDXXVI e MCDXXVIII “La Trinità”, suo ultimo affresco. Esso è sito nella chiesa di Santa Maria Novella.
La Trinità può essere definita una sintesi tra pittura, scultura ed architettura, creata tramite un attento calcolo della proporzione rifiutando categoricamente gli eccessi decorativi del gotico. L’artista dimostra di essere un abile utilizzatore della prospettiva attraverso l’uso di una volta a botte che regala un effetto naturale e consente che non ci sia un limite espressivo all’essere artista. L’opera raffigura Gesù Crocifisso sorretto da Dio Padre; ai piedi della croce la Madonna addolorata e San Giovanni, l’una guardante lo spettatore ed indicante la Trinità, l’altro a mani giunte, in preghiera, con lo sguardo rivolto all’immutabile presenza del Divino. A completare il dipinto, i due committenti (probabilmente Berto di Bartolomeo e la moglie) posti al di fuori dell’arco “Sacrale” in ginocchio.
Masaccio è un “rivoluzionario” in quanto nella Trinità cambia il senso dello spazio, che viene rigorosamente definito secondo le leggi della prospettiva scientifica dove l’incidenza della luce raggiunge un ruolo di vitale importanza.
Solo Dio e Cristo, invece, non vengono sottoposti alle leggi della fuga prospettica, in quanto figure eterne, immutabili nel tempo.

Marzo 2020
Cafaro Lavinia
2° C
Docente: Grieco Maria Claudia




 

1  2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24   25   26   27   28   29   30  avanti--> ]

 
 Amministrazione Trasparente

 
 
 Scuola Digitale
Azione #7 PNSD
Azione #28 PNSD
Atelier Creativi 2016
 
 
 PON 2014-2020

<<  aprile 2020  >>
lunmarmergiovensabdom
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930
PON 2014-2020
 
 
 SPONSOR
Vedi
Informativa
 
 
 AUTOVALUTAZIONE D'ISTITUTO

 
 
 ALBO
Albo online
Albo Pretorio
Albo sindacale
Assicurazione
Bandi di gara
Consiglio Superiore Pubblica Istruzione
Codice disciplinare
Codice comport. PA
Circolari e Avvisi
 
 
 SCUOLA INFANZIA
Avvisi per i genitori
Galleria lavori
Graduatorie
I docenti
Piano annuale delle attività
Rappresentanti dei genitori
Regolamento
 
 
 SCUOLA PRIMARIA
Avviso per i genitori
Curricoli primaria
Galleria lavori
Graduatorie
I docenti
Piano annuale delle attività
Rappresentanti dei genitori
 
 
 SECOND. 1° GRADO
Avvisi per i genitori
Galleria lavori
Graduatorie
I docenti
Piano annuale delle attività
Rappresentanti genitori
 
 
 ATA
Graduatorie
Il personale ATA
 
 
 STRUMENTO MUSICALE
Annuario Ensemble GRANATA
Avvisi
Immagini
Video
 
 





Privacy         Note Legali         Accessibilità  Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!

  tel. 0972.720307  fax 0972.720307    C.F.: 85001710764
Codice meccanografico: pzic894002    Codice Univoco per fatturazione: UFC9W5
email: pzic894002@istruzione.it     email certificata: pzic894002@pec.istruzione.it

Home | Area DS | Area alunni | Area genitori | Area docenti | Area ATA |Amministratore

 © Copyright 2015 InteractiveSchool 

Interactive School è un marchio registrato by Rocco De Stefano